Differenza tra lavoro fisico e allenamento

Esiste una differenza sostanziale tra lavoro fisico e allenamento?

Anche oggi ricevo una scheda di allenamento da uno dei miei followers, il ragazzo in questione mi chiede se va bene ed eventualmente dei consigli per ottimizzarla.

Diciamo subito che io consigli gratuiti non ne ho mai dati, chiunque contatti un professionista deve essere disposto a pagare per i servizi richiesti, altrimenti di cialtroni e ciarlatani le palestre ed il Web sono pieni, rivolgetevi a loro per cortesia e non fatemi perdere tempo.

Riguardo invece alle schede che regolarmente mi vengono inviate, prima di correggere una programma di allenamento avrei bisogno di vedere il praticante all’opera.

Non è possibile capire da una scheda il grado di Intensità con cui uno si allena, la capacità di gestione dei pesi ( gesto atletico ), così come la forma usata e l’eventuale raggiungimento della connessione mente/muscolo, fondamentale per lavorare correttamente le varie aree muscolari attivate durante la serie.

La Cultura Fisica è uno sport assai complicato, tanto complicato quanto il Tennis, lo Yoga o il Karate…lo so che vi hanno sempre fatto pensare che basta sollevare pesi per aumentare la massa muscolare, ma a casa mia sollevare pesi si chiama facchinaggio, mentre quello che io faccio ed insegno si chiama esercizio fisico.

Per chi non avesse ancora ben presente la differenza tra le due condizioni ( evidentemente non è venuto a nessuno dei miei corsi HITA ), l’esercizio fisico prevede una modalità di lavoro che induca il riadattamento ( leggi supercomensazione ) organico, ergo, scaricare cassette della frutta non può essere considerato esercizio fisico, dal momento che la finalità è scaricarle il più velocemnte possibile, con meno fatica possibile, in modo da avere ancora energie da spendere con gli amici la sera ( esattamente il contrario previsto dall’esercizio fisico ).

Del resto, se il lavoro fisico pesante ( facchinaggio ) potesse cambiare in maniera importante la composizione corporea dovrebbero esserci in giro una quantità enorme di Men Physique…a me non risulta.

In conclusione, se volete seriamente imparare ad allenarvi, vi aspetto ( su prenotazione ) a Brescia presso la sede della HITA o in qualche mio corso…come amo dire:” il dritto e/o il rovescio nel Tennis non si imparano via posta, cosa ti fa pensare che apprendere a fare uno Squat sia differente? “

Allenamento, quale?

Ormai da tanti anni ricevo una domanda che con il tempo si è trasformata in una vera e propria costante astrologica, naturalmente anche ieri mi è stata posta due volte, quindi faccio un copia e incolla di uno dei due post:

“grazie enrico della tua disponibilità che dai a tutti noi io ti conosco e ti seguivo nelle video conversazioni alcuni anni fa ammiro e stimo chi nella vita si è affermato in questo campo però devo dire che ognuno di voi come alessandro de vettor, giovanni cianti e claudio tozzi quelli più in voga in questo momento avete delle vedute differenti non capisco il perchè la logica dovrebbe essere la stessa per quanto riguarda allenamento e alimentazione”

Come ho spesso dichiarato nei miei libri e articoli, ogni metodo alla fine porta più o meno agli stessi risultati.
Nessun uomo possiede la verità assoluta e gli uomini sono per definizione imperfetti quindi, applicando la proprietà transitiva, ne deriviamo che ogni cosa creata dall’uomo sia in campo intellettuale che materiale è sempre perfettibile.

Anche i sistemi di allenamento e alimentazione non sfuggono a questa regola, tutte le creazioni intellettuali nella nostra specie ( religione, sistemi filosofici, ideologie politiche, etc. ) non sono altro che differenti soluzioni e approcci allo stesso problema, in parole povere: semplici punti di vista.
Tuttavia esiste una differenza tra i vari punti di vista e consiste nel fatto che alcuni si avvicinano di più alla perfezione di altri.

Applicando quanto appena enunciato ad allenamento e alimentazione nella Cultura Fisica ne deriviamo che alcuni protocolli di lavoro portano si ai medesimi risultati di altri, ma in tempi minori e con meno dispersione di energie.
Il modo più rapido per unire due punti è una linea retta, è possibile unire due punti anche facendo un lungo percorso a curve, tuttavia avremo impiegato molto più tempo e risorse del dovuto.

La mia esperienza personale ( 25 anni e migliaia di persone seguite ) è statisticamente rilevante a differenza di quella di molti praticanti, ed è per questo che molti si affidano a me o a tecnici che hanno fatto percorsi simili al mio.

Quello che posso asserire con la ragionevole certezza che mi viene dalla statistica è che le tecniche HIT riducono sensibilmente ( nei casi migliori anche di 2/3 ) i tempi necessari ad esaurire il nostro potenziale genetico ed è per questo motivo che continuo a promuoverle instancabilmente tramite la mia scuola HITA ed i miei lavori da così tanti anni.

Allenamento e pesi

Oggi al mio risveglio come al solito controllo la posta e, come sempre, trovo alcune mail di ragazzi che vorrebbero li seguissi in allenamento con i pesi e dieta.

Le richieste sono trasversali e provengono da semplici appassionati o potenziali agonisti.

Alcune volte le mail che ricevo sono sintetiche, in sostanza mi vengono solo chieste informazioni sui servizi disponibili o i corsi di Personal Trainer in tecniche HIT che teniamo qui alla HITA, altre volte invece trovo veri e propri poemi con minuziose descrizioni degli allenamenti passati, presenti e, in alcuni casi, futuri ( una sorta di sfasamento temporale quantico ), e qui nasce la domanda.

Ma come è possibile spiegare un allenamento, attraverso una serie di 3×8 o 4×10?
Mi parlano dei loro allenamenti senza neppure averli mai visti in azione, sarebbe come dire che un diritto o un rovescio nel Tennis sia la stessa cosa se eseguito da me o da Andre Agassi, solo perché entrambi lo chiamiamo diritto e rovescio.
Mi domando, ma è possibile che nessuno capisca che in un allenamento di Bodybuilding il gesto atletico esiste ed è altrettanto complesso che in qualsiasi altro sport?

Quando poi vengono in palestra da me e mi mostrano come si allenano mi rendo conto che in moltissimi casi, prima di parlare di allenamenti ad Alta Intensità, devo ripartire dalle basi biomeccaniche e vi assicuro che prima di fare le cose correttamente spesso ci vogliono mesi.

Ricordo a tutti coloro che da tempo mi seguono che alla HITA ( High Intensity Training Academy ) ogni anno vengono realizzati corsi, seminari e Convention in chiave HIT ( Alta Intensità ) su allenamento e alimentazione nel Bodybuilding, è possibile dare un’occhiata ai programmi dei vari corsi aprendo la sezione “Corsi HITA” di questo sito. o contattandomi direttamente attraverso una Mail privata dalla sezione CONTATTI.