Enrico Dell’olio: chi sono?

Enrico Dell’olio: chi sono?

Ogni tanto qualcuno mi chiede chi sono, chi è Enrico Dell’olio?

Questa domanda mi mette sempre in difficoltà.

La nostra società tende ad etichettare continuamente le persone attraverso titoli e qualifiche che, in qualche modo, dovrebbero caratterizzarci.
Torniamo quindi alla domanda originaria: “chi sono?“

Negli ultimi 25 anni ho realizzato migliaia di programmi alimentari facendo perdere letteralmente tonnellate di grasso e acquisire tonnellate di muscoli a migliaia di persone, ho inventato un’alimentazione per l’aumento di massa nel Body Building che è usata da migliaia di persone ( Dieta Fasica ), tuttavia non sono ne un dietologo ne un nutrizionista.

Parlo fluentemente inglese e spagnolo, ma non sono laureato in lingue.

Sono 20 anni che studio biologia e scrivo articoli sulla biologia applicata alla scienza dell’esercizio e alla nutrizione umana, ma non sono un biologo.
Ho creato un protocollo di allenamento con i pesi ( Protocollo Ibrido HD/ZT ) che sta cambiando il mondo dell’Alta Intensità in Italia, ma non sono laureato in scienze motorie.

Ho scritto tre libri che hanno venduto più di 5000 copie: La Dieta Fasica, L’Intensità applicata alla scienza dell’esercizio e Il Protocollo Ibrido HD/ZT, ma non sono uno scrittore.

Vado in giro a fare seminari sull’Antiaging mentre sto scrivendo un libro su allenamento, alimentazione ed integrazione per rallentare i processi di invecchiamento nella nostra specie…, ma non sono un medico specializzato in Antiaging.

Tengo conferenze e seminari che mobilitano centinaia di persone provenienti da diversi paesi…,ma non sono laureato in scienze della comunicazione.

Ho formulato alcuni integratori per migliorare la Performance fisica e mentale ( nootropici ), ma non sono laureato in scienze e tecnologie alimentari.

Forse la risposta corretta alla domanda iniziale è che sono tutto quello che faccio e che è difficile stigmatizzare una persona eclettica e poliedrica quale io sono…almeno io non ci riesco.

Infondo le etichette servono solo per definire i limiti in cui ci dovremmo muovere e nei quali dovremmo rimanere…, ma io limiti non ne ho.
Lascio quindi ai posteri l’ardua sentenza.

Tanto vi dovevo

Enrico Dell’olio

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *