Governi e libertà personali

Governi e libertà personali

Governi e libertà personali sono compatibili?

Oggi volevo farvi conoscere Maggie De Block, la signora in questione è medico e ministro della salute in Belgio.

Spesso ho parlato nei miei Post della differenza che passa tra le qualifiche ( la laurea o il diploma ) e le competenze ( saper fare le cose ) e come spessissimo le due cose non coincidano.

La persona in questione è deplorevole, a mio parere, per 2 ragioni.

1) è chiaro che di come stare in salute la signora De Block non può parlare, se conoscesse l’argomento non si presenterebbe nelle condizioni in cui è. Senza essere un medico mi appare subito evidente che la signora soffra di una grave forma di obesità, grave sindrome metabolica in atto che sicuramente si concreta in un dismetamolismo di zuccheri e grassi, alterazione della lipemia sierica, grave edema da dismetabolismo idrico legato ad un cattivo funzionamento del sistema linfatico, sicura ipertensione arteriosa…fino a qui le cose certe, ora passo alla speculazione basata sulla probabilità: uricemia alterata, probabile diabete mellito di tipo II con emoglobina glicata fuori dai parametri, Omocisteina alta ( gli ultimi 3 valori indicano un’alta probabilità di malattia cardiovascolare ), vista la grande obesità è probabile che soffra anche di amenorrea e quindi abbia un’alterazione dell’asse ipotalamica/pituitaria/ovarica. Come faccio a saperlo? Basta guardarla per fare una diagnosi della sua situazione.
E’ chiaro che la signora in questione, ridotta com’è, non possa spiegare ad alcuno quale possa essere uno stile di vita corretto.
Mi nonna mi diceva spesso quando vedeva un incompetente consigliare altri su qualcosa che chiaramente non conosceva: ” se sapesse come farlo lo farebbe lui per primo “.

2) è interessante come nella nostra società persone incompetenti ( uso questo termine non a caso ) dicano continuamente agli altri cosa dovrebbero fare per migliorare le proprie condizioni. Non a caso la signora è una politica e rispecchi precisamente quello che questa categoria sociale rappresenta: incompetenza, incapacità, tendenza ad usare gli altri per scopi personali, soloni depositari dell’etica e della morale universale…insomma, perfetti cialtroni. Del resto citando Ronald Regan: ” se un politico sapesse fare qualcosa il mercato se lo sarebbe già preso ”
La cosa che dovrebbe fare riflettere tutti noi è come la persona media possa accettare una situazione del genere, una situazione dove cialtroni assoluti dicano a perfetti imbecilli ( non posso pensare a nessun altro termine che definisca chi voti e ascolti questi personaggi ) come dovrebbero vivere o comportarsi in ogni settore della propria esistenza attraverso l’emanazione di una pletora di leggi assurde e spesso contraddittorie.
In sostanza la nostra società è guidata e fondata da incompetenti che ci impongono come dovremmo vivere, curarci o lavorare, il tutto condito da una salsa di patriottismo e democrazia ( e quando dico la nostra società mi riferisco all’intero mondo occidentale ).
Mi chiedo, quanto tempo ci vorrà ancora al cittadino medio per capirlo ed incominciare a condurre una vita sotto la propria responsabilità senza delegare ad altri ogni aspetto della propria esistenza?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *