Vegetarianismo e malattie mentali

Vegetarianismo e malattie mentali

Ecco qui una Scientific Review molto interessante.
Era da tempo noto il nesso tra malattie mentali e dieta vegetariana, con questo studio articolato si è messo un punto definitivo alla questione.
In conclusione dallo studio emerge che non è un regime alimentare vegetariano ad aumentare il rischio di malattia mentale, ma sono coloro già a rischio, o che hanno già sviluppato una qualsiasi patologia mentale, ad avvicinarsi più facilmente a questo tipo di regime alimentare.
Tra l’altro esiste anche un’interessante correlazione tra vegetarianismo e donne single che vivono in grandi centri urbani ( sarebbe interessante approfondire la cosa a mio parere ).
Dopo aver letto l’articolo che trovate a questo link mi vengono spontanee alcune considerazioni:

1) ora si spiega come mai molti ( ma non tutti…ovviamente ) vegetariani vivano maniacalmente la loro scelta alimentare cercando di catechizzare i non vegetariani

2) sarebbe interessante verificare se questo regime alimentare, in chi ha già sviluppato una patologia mentale, ne aggravi i sintomi

3) le donne sono statisticamente più predisposte alle malattie mentali, questo spiegherebbe come mai il 70% di chi sceglie di avvicinarsi ad uno stile di vita vegetariano sia femmina

4) emerge dallo studio che la maggior parte di chi si avvicina alla dieta vegetariana lo fa per ragioni etico/ambientalistiche e non dopo aver attentamente vagliato la letteratura scientifica a disposizione

5) una maggior sensibilità ed empatia verso chi soffre ( in questo caso gli animali ) favorisce la scelta vegetariana
La mia opinione sul vegetarianismo già la conoscete, mi piacerebbe sentire eventuali vostre critiche o conferme a quanto emerso dal lavoro scientifico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *